Ragione Sociale S.r.l.
Seguici su Facebook

CHIUDI

Area Riservata



CHIUDI

Richiesta Informazioni










09/11/2020
Al via i test sierologici per gli assistiti di Nontiscordardime’ Senior

L’ambulatorio mobile di Nontiscordardimé Senior riprende la sua attività di prevenzione della salute nelle parrocchie delle periferie romane con una campagna di screening sierologico per contribuire a mappare l’incidenza del Covid-19 anche tra le persone anziane fragili che hanno difficoltà ad essere raggiunte dai servizi territoriali.

 

Il primo appuntamento è lunedì 9 novembre 2020 presso la Parrocchia di Santa Maria della Visitazione in via dei Crispolti, 142 nel quartiere di Casal Bruciato a partire dalle ore 9:00.

Martedì 10 novembre l’ambulatorio sosterà invece nel cortile della Parrocchia di Sant’Eligio, in via Fosso dell’Osa, 435 al Villaggio Prenestino e mercoledì 11 novembre sarà a Torre Angela, in via Acquaroni 71, presso la parrocchia di Santa Rita. Completa questa prima settimana di screening l’intervento programmato giovedì 12 novembre nella zona di Prima Porta-Valle Muricana, alla parrocchia di Santi Elisabetta e Zaccaria, sempre a partire dalle ore 9:00.

 

Per evitare assembramenti e garantire la sicurezza di tutti, i test si svolgeranno esclusivamente su appuntamento, ogni venti minuti. Nelle scorse settimane i volontari dell’associazione “Máma Osa” hanno iniziato a raccogliere le prenotazioni, telefonando agli anziani delle diverse realtà territoriali con cui sono entrati in contatto o che hanno usufruito dei servizi di assistenza del Progetto.

 

“Nei mesi di novembre e dicembre il nostro ambulatorio mobile con la sua équipe sanitaria raggiungerà nuovamente numerose parrocchie romane con l’obiettivo di monitorare la circolazione del virus di Covid-19 all’interno di uno specifico contesto di comunità, quello della rete di parrocchie aderente appunto a Nontiscordardimé Senior - spiega Gianluca Palumbo, sociologo OSA, coordinatore organizzativo del Progetto. 

 

Ai partecipanti, dopo una anamnesi visiva e la misurazione della temperatura corporea, verrà somministrato il test per la determinazione qualitativa di anticorpi IgG e IgM anti nuovo Coronavirus 19 a risposta rapida.

 

Prevista anche la diffusione di materiale informativo per tenere alta l’attenzione di questa fascia di popolazione sul rispetto dei corretti comportamenti da adottare in questa nuova fase di pericolosa recrudescenza dei contagi.

 

“L’effettuazione dei test - precisa infine il sociologo OSA - ci permetterà anche di assicurare una ripresa in sicurezza delle attività cliniche, programmate non prima di Febbraio 2021, monitorando anche lo stato di salute dei partecipanti per lo svolgimento di altre attività come le passeggiate dei gruppi di cammino, nel pieno rispetto delle disposizioni delle autorità sanitarie”.

 

indietro